Stretching-Yoga dei meridiani

Lo Zen stretching o Stretching-Yoga dei meridiani si potrebbe definire anche come: “esercizi di Shiatsu per il riequilibrio energetico”. Lo Shiatsu infatti ha come parte integrante una serie di esercizi di allungamento, adatti a tutti e praticabili a qualsiasi età, che consentono di lavorare in modo autonomo su tutte le tensioni psico-motorie-organiche.

S’ispira allo studio della pratica Makko-ho del Maestro S. Masunaga. Si fonda sulla teoria che l’energia KI scorre nel corpo lungo i meridiani, canali energetici collegati agli organi vitali. Ogni organo ha un preciso “compito emozionale” da svolgere, oltre alla funzione fisiologica comunemente nota. Riequilibrare un organo attraverso il suo canale energetico significa sostenere non solo l’organo fisico ma anche la sua “funzione psichica”. Un equilibrato flusso di KI lungo i meridiani è considerato essenziale per il ripristino e il mantenimento della salute.

Lo scopo della pratica è di raggiungere, con la ripetizione della forma, un benefico e duraturo miglioramento energetico sfruttando le asana della tradizione yogica, organizzandole in sequenze specifiche per un lavoro accurato sui canali energetici, unendo la consapevolezza corporea e del respiro alla postura e al movimento.

L’obiettivo non è mirare alla flessibilità del ginnasta ma trovare la posizione in cui si può avvertire la resistenza, derivata dalla tensione che si forma lungo il meridiano e attraverso il respiro e la visualizzazione dell’immagine raggiungere la sensazione di un reale rilassamento, lasciando che il blocco si sciolga completamente.
Man mano che liberiamo una parte del corpo fisico liberiamo anche una parte energetica rimasta lì intrappolata, che manteneva attive delle memorie solitamente dolorose e sgradevoli. Lasciandole andare via modifichiamo le memorie cellulari e quell’evento doloroso non esiste più e non potrà più avere effetto su di noi.

Questa pratica è utile a mantenere flessibili le articolazioni e tonificare le catene muscolari, oltre che riequilibrare il flusso energetico dei meridiani, eliminando rigidità e tensioni con notevole beneficio per tutta la persona. 

Gli esercizi di stretching dei meridiani, che sembrano così semplici, possono essere molto potenti. Se eseguiti solo come esercizi ginnici ci saranno degli effetti limitati al corpo fisico che diventerà più sciolto ed elastico, ma sarebbe come avere l’acqua e morire di sete. Perché questa pratica possa agire nel profondo, bisogna seguire alcune regole specifiche e il lavoro sarà più profondo e coinvolgerà l’intera persona.

In ogni pratica si può sperimentare: la pazienza e la tolleranza verso le proprie resistenze e rigidità, la compassione e la fiducia verso il cambiamento, la giusta misura e l’ascolto dei propri limiti, il respiro come fonte di vita in ogni singola parte del nostro corpo. Ognuno di noi è il miglior conoscitore di se stesso e solo attraverso una pratica assidua si può migliorare e raggiungere uno stato di benessere psicofisico generale, di conseguenza la risposta naturale dell’organismo allo stress migliora, creando maggiore equilibrio armonia e centratura.

Lezioni private: disponibilità dal lunedì al sabato, previa prenotazione.